La buona condotta del 15 giugno 2019.

Gli scrutini finali, nella scuola postmoderna, rappresentano l’apoteosi della falsificazione. L’ultimo viatico della pedagogia della rassegnazione. Nella mia scuola, e non solo nella mia purtroppo, la teoria della promozione ad ogni costo si sposa con quella del menefreghismo e dell’indifferenza. Read more…


La buona condotta delle 5.30 del mattino.

Il Ministro è uomo creativo: “Mi sono detto perché non proporre anche una cosa di questo tipo’ mi è venuta in mente alle 5.30 di mattino ma ci riflettevo già da qualche tempo”. Ragazzi, state sereni!


La buona condotta del 12 giugno 2019.

Pare sia stata un’idea del Ministro Marco Bussetti quella della busta. Lo ha detto lui stesso, in Un Giorno da Pecora. “E’ un principio fondamentale di equità. Negli anni scorsi succedeva che anche nella stessa scuola, con commissioni diverse, c’erano Read more…


La buona condotta del 9 giugno. In versione sindacale.

Nella mia provincia, quella di Cosenza, pare non arrivi da tempo la Gazzetta Ufficiale. Sarà per questo, che le leggi, sempre più timide e claudicanti, non hanno possibilità di essere lette e conosciute. C’è un ufficio, a Cosenza, in via Read more…


Il sabato del villaggio del 8 giugno 2019.

Un anno fa nasceva il Governo gialloverde. Era l’inizio di giugno, dopo gli insulti al Presidente Mattarella, che secondo alcuni profetici commentatori era responsabile di non voler far nascere l’agognato Governo del cambiamento, il professor Giuseppe Conte giurò fedeltà alla Repubblica.  Read more…


La buona condotta del 7 giugno 2019.

Ho sempre guardato con sospetto i finali ben stirati di certi spettacoli. E’ come se qualcuno avesse deciso per tutti lo spirito della scena. Come se non ci fosse spazio per un respiro diverso, per un volto girato non a Read more…


La buona condotta del 6 giugno 2019.

E’ come per i marinai avvistare la terra. L’approdo a giugno non ha altro paragone possibile che questo. Probabilmente non c’è nulla di più incomprensibile, per chi guarda dalla terra, della gioia dei marinai che scendono dalla nave. Quelli rimasti Read more…


KuroKo. VIII giornata di Primavera.

La fine è nel principio: in quel antico amore per il teatro, nato assieme ad Angela. Grazie a tutte le compagnie che ho visto, a quelle che non c’ero, a quelle che c’ero, ma erano finiti i biglietti. In bocca Read more…


KuroKo. VIII giornata di Primavera.

Rivedere Roberto Latini a Castrovillari mi riporta al 2005. In quegli anni eravamo impegnati con la stagione del piccolo Caffè Teatro del Pianto e del Riso. Con (sopratutto) Massimo (Casimiro Gatto) avevamo appena dato vita ad una Rassegna che si Read more…


KuroKo. VIII giornata di Primavera.

Ci sono almeno tre ragioni per scrivere questo pezzo e per chiedere agli incauti lettori di questa bagattella di non giudicare i miei appunti (questi e gli altri) alla stregua del taccuino del critico. La prima ragione riguarda una mia Read more…