L’arco (incostituzionale) e le frecce.

Lasciamo perdere le frecce (sono una misura digitale di lunghezza, pubblicata da uno dei tre maschi alfa) e concentriamoci su un argomento un po’ meno maschio. Ci sono due leader di partito e un Senatore della Repubblica Italiana, che scelgono Read more…


I Salviniade (gennaio). Introduzione e prima impresa.

Dirò d’Orlando in un medesmo trattocosa non detta in prosa mai, né in rima:che per amor venne in furore e matto,d’uom che sì saggio era stimato prima; Non si può tacer delle gloriose vicende di un eroe! Del resto un Read more…


Il brand della III Repubblica

Ciò che più mi irrita della giornata successiva alle elezioni, oltre a Mentana ancora in piedi mentre io sono cadavere da divano, è l’idea di dover riferire ogni scelta al pari e dispari di chi vince e chi perde. Non Read more…


Spiritus durissima coquit

Finita. E’ quasi finita. Ancora qualche giorno e forse sarà quasi finita. Chi scrive non verrà eletto, ma spera sino all’ultimo di poter essere almeno un elettore. Dopo lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente Mattarella, ci si aspettava Read more…


Perchè no

Capita in alcune rare occasioni di scrivere per necessità, guidati dalla voglia di fissare imperterriti lo stesso oggetto nella speranza di una rivelazione. Rivelazione quanto mai necessaria all’elettore comune che non frequenta corsi di diritto costituzionale e non comprende i Read more…


A buon mercato.

Non amo parlare di scuola. Di scuola parlano in tanti, forse troppi. E’ uno di quegli argomenti di cui tutti possono vantare qualche esperienza: anche quelli che la scuola l’hanno odiata più di ogni altra cosa possono affermare che loro Read more…