Torna la musica de’ la Buona condotta.

E’ stato Raffaele a farmi amare Zucchero Sugar Fornaciari. Di lui conoscevo già Donne, un singolo con cui l’artista reggiano aveva partecipato a San Remo nel 1985 arrivando penultimo, e Rispetto, un brano più giovane di un anno, con un testo che inneggiava alla mia sacrosanta voglia di libertà. Non certo una testo indispensabile per la storia della musica, ma per fortuna non serve essere straordinari per restare nella memoria.

Il 1989 arrivò Oro, incenso e birra e allora fu una festa. Avevo 16 anni, che anche i professori sono stati adolescenti, e quel disco fu per me una benedizione, un’overdose d’amore.

Frequentavo il secondo anno delle superiori e più di ogni altra cosa amavo i miei amici, il mio bravo e una ragazza che mi scriveva dalla lontanissima Villach.

Fu con quell’album che prese forma curiosamente la filosofia: un pensiero strafottente, o forse solo estremamente leggero, che poteva fare a meno persino di Nietzsche.

Il mare impetuoso al tramonto salì sulla luna dietro una tendina di stelle divenne presto un tormentone da urlare in coro nelle giornate in cui la vita suonava più forte delle nostre voci. Eravamo noi i diavoli che cantava Zucchero, noi i giovani nel vento che cercavano di salvarsi dai propri ormoni e dall’inglese che continuava a rimanere un mistero glorioso.

L’amore si era accomodato in Iruben me, un testo che prevedeva le inondazione che sarebbero arrivate puntuali, ma la pioggia lasciava spazio spesso ad un sole improvviso, che si liberava in un assolo meraviglioso di Corrado Rustici.

Ai giorni buoni seguivano quelli in cui strisciavamo la catena dell’adolescenza: un peso non semplice da portare e di cui noi adulti dovremmo ricordarci.

I salti nel blu erano però meravigliosi e l’infinita tenerezza resiste in un ballo lento al Motel Astj con la mia professoressa di Italiano, il vero diamante di quegli anni meravigliosi e terribili in cui abbiamo davvero imparato a camminare.

Liberate l’amore, ragazzi, o liberatevene per sempre!

________________________________________

Oro, incenso e birra di Zucchero Fornaciari

74 Replies to “Torna la musica de’ la Buona condotta.”

  • Hai ridisegnato un dolcissimo “slalom” tra quei brani ancora incollati nella nostra memoria che hanno reso “Speciale” la nostra adolescenza e “Gigante” la nostra amicizia, del resto, Alberto Tomba era l’unico campione che ci accomunava in quegli anni di infinite rivalità sportive. Resto piacevolmente in scia con “Madre Dolcissima” un testo anticipato dalle notizie del telegiornale che evocano proprio una catastrofe mondiale, le timidi discussioni senza via d’uscita sui “ti amo perché ne ho bisogno e non perché ho bisogno di te” a conferma che ci è mancato un pizzico di maggiore follia e una piccola dedica alla mia mamma, scomparsa a Natale, non senza carezzarmi ancora la testa, prima di lasciarmi vagare nel vento.

      • Fermi tutti!! E di “ Per colpa di chi” ne vogliamo parlare? Quel funky Gallo che si prestava naturalmente a farti guadagnare la ribalta durante le feste o le serate in disco!! E ribadisco “Diamante”, un gioiello incastonato nella mia memoria!! Amici miei, ci siete stati e per questo ci sarete sempre!! Lasciatemi piangere in santa pace adesso!!

        • Ricordo bene anche quella canzone, caro Peppe, ma siamo più avanti. Era il 1995, noi continuavamo a vivere e divertirci assieme, ma la scuola era già alle nostre spalle e il più grande a ballare quel pezzo era Settimo. Un abbraccio, amico mio.

  • Anche io un giorno potrò dire di aver avuto un buon rapporto con la musica nell’età adolescenziale. Il mio è un rapporto fatto di passione di svago: il tentativo di pensare ad altro. Le canzone di Zucchero sono molto belle e significative. Io quando ascolto qualsiasi tipo di musica cerco di comprendere il significato e guardare alla morale se ne esiste una.

    • Grazie, Carmine. Goditi tutto l’album. Con due tre ascolti ti accorgerai di tante cose…

  • Con la musica ho un bel rapporto, visto che l’ascolto sempre, ancor di più in questi giorni grigi. Con la musica i miei pensieri volano via e in mente tengo solo il testo della canzone. Il genere di musica che ascolto maggiormente è quello trap.

  • La musica è una parte fondamentale di tutti noi adolescenti. E’, secondo me, fra le cose più importante e serve ad ogni persona a qualsiasi adolescente per crescere o capire sempre qualcosa di nuovo. Se devo essere sincero non avevo mai sentito parlare di questi brani. Vado subito ad ascoltarli.

  • Comprendo l’importanza della musica soprattutto in età adolescenziale come la mia…

  • Per me la musica è un linguaggio universale, con cui si possono comunicare i propri sentimenti e stati d’animo. Ormai in quest’epoca tutti ascoltano la musica, chi per svago, chi per passione. A me la musica di zucchero non piace molto, però le sue canzoni sono molto significative.

    • Questo è un album molto bello, Paolo, ma naturalmente liberissimo di non essere d’accordo.

  • Nient’altro come la musica sa cambiare l’umore e imprimersi nella vita delle persone. Essa si rende diversa per ognuno, facendosi colonna sonora di mille avvenimenti della nostra vita, sempre diversa ad ogni ascolto.
    La musica mi salva sempre la vita!!

  • Io sono un’amante della musica, ci sono diversi stili di musica come il pop e il rock ecc… Io ascolto tutti i generi musicali, non ho un genere in particolare, non conosco Zucchero, ma conosco i Nomadi e gli AC-DC. Zucchero da quello che ho letto nel testo e nei commenti doveva essere un’idolo per tutte le persone degli anni 80-90.

  • La musica nell’età nostra è qualcosa di indispensabile, ci aiuta molto e ci migliora. Credo che senza di essa saremmo molto diversi, quindi dobbiamo un grazie alla musica.

  • La musica in questi giorni è davvero importante perché aiuta a passare queste giornate che sembrano non finire mai. Per noi giovani anche per questo motivo la musica è indispensabile.

  • La musica, in tutti i suoi generi, è un importante mezzo per sfogarsi, per consolarsi e rilassarsi, specialmente per noi giovani. Ascolto vari generi musicali, non conosco le canzoni di Zucchero, ma rimedierò ascoltandone qualcuna.

  • La musica è molto importante, puoi scegliere una musica in base ha come ti senti, io personalmente non conoscevo la musica di Zucchero, ma ho sentito alcuni brani ed è molto significativa.

    • Ascolta tutti i pezzi e ti accorgerai che “Oro, incenso e birra” è un bellissimo album.

  • Secondo me la musica nella nostra vita è molto importante perché ci fa sfogare, divertire, rilassare e in molti casi aiuta a superare dei momenti brutti della nostra vita.

  • Ho avuto il piacere di conoscere questo album “oro , incenso e birra” grazie a mia madre che la domenica spesso lo ripropone alla radio , tutti i pezzi hanno un ritmo vivace che induce ad essere “felice” perció é un piacere ascoltare questo album !

  • Io amo la musica, perché nei momenti di felicità, di tristezza, di malinconia la porto sempre con me. Io generalmente ascolto la musica di Zucchero perché trovo nei suoi testi tanto significato.

  • Per me la musica è un modo di allontanarmi dalle brutte cose e rilassarmi. È anche un momento di confronto con la mia famiglia dato che possiamo mettere a confronto la musica di adesso con quella dei tempi dei nostri genitori, è stato proprio grazie a mia madre che ho conosciuto zucchero con la canzone baila e ancora adesso quando la sento ripenso al momento in cui l’ascoltai la prima volta.

  • Ormai per me la musica è una parte di me, passo la maggior parte del tempo sentendola, penso sia una cosa molto bella nella nostra adolescenza. Ascolto diversi tipi di musica e diversi cantanti, proverò ad ascoltare anche Zucchero, ha fatto canzoni molto belle e significative.

  • La musica è molto importante ci permette di fuggire dai pensieri più cupi; si tratta di un mondo separato e l’unico modo per arrivarci e ascoltare della buona musica di qualsiasi genere.

  • In epoca adolescienziale, un po’ tutti trovano svago nella musica, ognuno ha un suo genere, una band o un cantante preferito. Sono sicuro che Zucchero sia stato l’idolo di molti adolescenti, e molto probabilmente lo è ancora, sia per quelli della mia età, che per coloro avanti con gli anni.

  • Io ascolto tutti i giorni la musica, specialmente in questo periodo così difficile, costretti in casa. Ho ascoltato molte canzoni di Zucchero e devo dire che mi sono piaciute molto.

  • Ho notato che i pezzi di Zucchero sono molto allegri e pur avendo brutti pensieri o semplicemente essendo triste, ascoltando i suoi pezzi si ci rimette su di morale.

  • Secondo me la musica è fondamentale nella vita di tutti perché ci accompagna sia nei momenti brutti che in quelli belli.

  • Io penso che ognuno di noi, da grande, porterà con sé i ricordi della propria adolescenza con la musica del proprio tempo.

  • A mio parere la musica è molto importante per ogni persona, ma sopratutto per gli adolescenti perché ci aiuta a superare i brutti momenti o anche a rendere speciali i momenti belli.

  • Tutta la mi giornata la passo ascoltando musica. Mi è capitato di ascoltare anche zucchero, grazie a mio padre!
    Adoro la musica vorrei avere una passione del genere ed esprime tutti i miei pensieri attraverso canzoni!

  • La musica per noi giovani è molto importante, soprattutto in questi giorni. La maggior parte della giornata la passo ascoltando musica.

  • Io adoro la musica, e mi aiuta soprattutto in questi giorni tristi.
    Ho ascoltato queste canzone di Zucchero, ma la mia preferita è “Senza un donna”.

  • La musica in questo periodo serve a riempire le nostre giornate vuote. Nel periodo dell’adolescenza la musica ci aiuta a superare i momenti tristi e anche a rendere speciali quelli belli!

  • La musica durante il periodo adolescenziale è davvero importante. Attraverso testi e suoni, ci fa capire il senso della vita. Io amo la musica, passo la maggior parte del tempo ad ascoltare canzoni di ogni genere.In questo periodo è una delle poche cose che mi rende felice.

  • La musica in questo periodo ci aiuta a riempire le giornate, ci aiuta a superare i momenti poco belli e ci aiuta a rendere i giorni belli speciali.

  • Noi adolescenti facciamo molto spesso riferimento alla musica: attraverso essa possiamo esprimere emozioni interne a noi, non comprensibili a tutti.

  • Io no n sono un grande ascoltatore di musica però la uso quando devo fare un viaggio un po’ e piacevole, ma ci sono altre cose che ci possono rilassare.

  • Io ascolto tanta musica, ma sinceramente dell’artista Zucchero non ne ho mai sentito parlare. Lo ascolterò.

  • Io ogni giorno ascolto la musica. Per me la musica è come uno scacciapensieri, mi fa sentire libero e soprattutto mi fa sentire me stesso.
    Da come ho letto zucchero negli anni 80-90 era un idolo per molti. Ascolterò i suoi pezzi.

Comments are closed for this post.