La buona condotta le epidemie e le pandemie.

Cos’è un’epidemia? Che differenza c’è fra un epidemia e una pandemia? Chi ha inventato la quarantena? Come le grandi malattie contagiose hanno influenzato il corso la storia?

Proveremo a guardare a queste domande, tentando di comprendere se e come la storia del Covid-19 sia sovrapponibile ad altre storie.

L’uomo, sin dalla sua comparsa, ha dovuto fare i conti con la malattia e la morte. In alcune occasioni però le malattie si presentano in una forma particolare, in quanto determinano il contagio. Tale contagio mette a rischio non solo la vita dell’ammalato, ma anche quella di chi si presta alla cura, o semplicemente si avvicina a chi è portatore del virus.

La dimensione del contagio è chiaramente determinata dal tipo di società in cui si vive. Tanto più la società è aperta, globalizzata, tanto maggiore sarà la possibilità di trasformare l’epidemia in pandemia.

A questa riflessione si deve aggiungere la crisi che spesso viene determinata da fenomeni di questo tipo. Una crisi economica che in alcuni casi può diventare addirittura una crisi sistemica, ma, per dirla con Albert Einstein, la crisi può essere una vera benedizione per ogni persona e per ogni nazione, perché è proprio la crisi a portare progresso.

Secondo il più celebre fisico di tutti i tempi, la creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce le proprie sconfitte e i propri errori alla crisi, violenta il proprio talento e mostra maggior interesse per i problemi piuttosto che per le soluzioni. La vera crisi è l’incompetenza. Il più grande difetto delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel trovare soluzioni. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora; senza crisi qualsiasi vento diventa una brezza leggera. Parlare di crisi significa promuoverla; non parlarne significa esaltare il conformismo. Cerchiamo di lavorare sodo, invece. Smettiamola, una volta per tutte, l’unica crisi minacciosa è la tragedia di non voler lottare per superarla.

Buona Pasqua, ragazzi. A voi e ai vostri cari.

_____________________________________

Le grandi epidemie della storia. (Taglio scientifico)

Le grandi epidemie della storia (Taglio storico)

54 Replies to “La buona condotta le epidemie e le pandemie.”

  • Questo brano mi ha fatto capire che senza crisi tutto sarebbe fermo ed immutabile. È in questo momento che ognuno di noi deve fare la sua parte, e in queste sfide che possiamo vedere di che pasta siamo fatti. Buona Pasqua anche a voi, prof.

    • Grazie, Gabriele. Spero che questo periodo possa essere utile anche a voi per comprendere quanto sia importante la scuola nella vostra vita di adolescenti.

  • L’epidemie sono molto pericolose da molti punti di vista: perché l ‘economia é caduta bruscamente in crisi e perché la vita di tutti è in pericolo, soprattuto quella dei nostri nonni, più anziani e più deboli. Speriamo di trovar al più presto un modo per liberarci da questa pandemia. Buona Pasqua anche a voi prof.

  • Nel corso della storia ci sono state molte epidemie, una delle più tragiche fu la peste del 1600, a distanza di molti decenni ci siamo ritrovati anche noi coinvolti in una pandemia, quella del covid-19. Le epidemie sono molto difficili da affrontare e superare, perché causano danni sia al livello demografico che a livello economico.

  • Un’Epidemia é il diffondersi velocemente di un qualsiasi virus .
    Una Pandemia é il diffondersi in vastissimi continenti/territori in poco tempo di un virus , possiamo considerare il corona virus una pandemia dato le situazioni che si sono create in questi ultimi mesi.

  • Le epidemie fanno parte della nostra storia, anche noi adesso ne stiamo affrontando una. Colpisce in vari settori quello economico e demografico principalmente, causando gravi danni.

    • Buona visione dei documentari. Vedrai che i documenti spingono a sguardi trasversali, che tendono a mettere assieme e complicare gli scenari.

  • Per epidemia si intende la manifestazione frequente ma limitata nel tempo di una malattia infettiva. Invece per pandemia si intende la diffusione di una malattia infettiva in più paesi o continenti.

    • In questo post, siete tutti concentrati (forse troppo) sulla differenza fra epidemia e pandemia.

  • Questo testo mi ha fatto capire che senza crisi il mondo non andrebbe avanti. Io spero che dopo questa sfida che stiamo affrontando possa portare ad una nuova ripresa.

  • L’epidemie ci sono sempre state nel corso della storia, adesso noi ne stiamo affrontando una e non avrei mai pensato che potesse succedere. Questa sta colpendo diversi settori, soprattutto quello economico, spero che tutto si aggiusterà presto…

  • Questa breve lettura ha fatto capire che “il caos o crisi” è utile per migliorare. Il covid-19 ci ha messo in ginocchio, ha portato oltre a molti morti anche una grave crisi economica, spero che da questa brutta situazione ne usciremo al più presto con una mentalità diversa.

    • Bisogna cambiare i nostri comportamenti, caro Antonio. Non si può sperare di cambiare alcunché se non saremo capaci di modificare il nostro modo di vivere nel mondo.

  • Senza le crisi il mondo intero non sarebbe quello che è. Le crisi sono utili a darci una spinta, come appunto ho letto nell’articolo, serve a tirar fuori tutta la nostra creatività e soprattutto in questo periodo dobbiamo dare il meglio di noi.

  • Le pandemia sono molto complicate da superare, anche perché provocano molti danni al livello economico demografico e a tanti altri settori. Spero che anche questa pandemia passi subito, anche perché se non passa subito potremmo riscontrare dei problemi a livello psicologico.

  • Questa che stiamo vivendo è una tremenda pandemia, che sta causando troppe perdite in tutto il mondo. Le perdite sono in termini di vite umane ed economiche. Spero solo che tutto ciò finisca!

  • Nonostante la crisi che stiamo affrontando, potrebbe esserci un notevole progresso grazie ad essa. Non sempre nelle cose c’è del male, anche in una vera e propria pandemia può esserci qualche lato positivo. Speriamo sia così.

  • Secondo me, noi ci dobbiamo ritenere fortunati perché la pandemia del Coronavirus non ha colpito la nostra regione come ha colpito le regioni del Nord come la Lombardia. Spero che tutto questo finirà al più presto e non vedo l’ora che tutto torni a essere normale normale.

    • Vedrai che riusciremo a tornare alla normalità. Servirà tempo, ma riusciremo a superare questo periodo così complicato. Dobbiamo, però, far tesoro di questi tempi e cercare di migliore tanti aspetti che hanno purtroppo amplificato le difficoltà determinate dal virus.

  • Questa é una pandemia che ha colpito tutto il mondo: per uscirne e riprenderci dovremmo agire con cautela ed inoltre tutti dovremmo continuare a seguirne le regole altrimenti il progresso fatto fino ad ora non servirà a niente.

  • Questo testo mi ha fatto capire che senza crisi il mondo sarebbe fermo. Spesso le crisi creano gravi danni è vero, ma ci aiutano a rialzarci più forti di prima. Al momento tutto il mondo è in crisi e sta cercando di affrontare al meglio questa terribile pandemia. Spero che tutto finisca il prima possibile e che riusciamo a imparare qualcosa da tutto questo.

  • Questa non è la prima pandemia che affrontiamo ce ne sono state tante prima del Covid 19, L’importante è seguire le norme di sicurezza per rialzarci il più presto e superare anche questo ostacolo.

    • La storia rassicura sul risultato, caro Adolfo, ma ciò non ci deve far perdere di vista il lavoro che dovremo fare per ricostruire.

  • Nel corso della storia le epidemie ci sono sempre state, in questo periodo ne stiamo combattendo una e non me lo sarei mai aspettato. Essa colpisce molti fattori, per lo più quello economico. Spero che tutto questo si risolva al più presto.

  • Attraversando tutte le crisi che ci sono state nel corso della storia, comprendiamo che non c’è crisi senza crescita personale. Molte cose si capiscono specialmente in questi periodi di crisi, molte sono le difficoltà e i sacrifici che ancora oggi continuiamo a fare, ma sono sicuro che tutto andrà bene.

  • Io penso che questa situazione ci aiuterà a crescere e che dobbiamo sepre vedere il lato positivo delle cose: dalla crisi, come ci fa capire il testo, nasce il progresso.

  • Questa epidemia da covid-19 sta causando danni alla salute delle persone, ma anche all’ economia mondiale e io spero che finisca presto in modo da poter ritornare alle nostre vecchie abitudini.

  • La pandemia ha messo in difficoltà tante persone, ma non tutti sono sullo stesso piano. Tutti hanno la medesima probabilità di essere contagiati, ma ci sono famiglie che non riescono a comprare le cose essenziali per colpa. Quando finirà tutto sarà difficile, ma si spera che con il tempo migliorerà tutto

    • Hai ragione, Maria. La malattia colpisce tutti indistintamente, ma il dato economico è ben più divisivo e la giustizia sociale è certamente uno dei problemi da affrontare.

  • Le epidemie sono sempre state parte della storia: adesso che ne stiamo affrontando una, dobbiamo esser come i nostri antenati coraggiosi e forti.

  • Il coronavirus è classificabile come pandemia, cioè un’epidemia con tendenza a diffondersi rapidamente in tutto il mondo.

  • Le pandemie sono molto difficili da superare, e in momenti come questi che dobbiamo dimostrare quanto siamo forti. Spero che tutto questo finisca molto presto.

  • Nel corso della storia le epidemie e le pandemie sono sempre state presenti. Da questi eventi, il mondo intero ha subito enormi crisi: economiche, sociali, politiche e culturali. Però, è proprio attraverso le crisi che il mondo ha imparato a rialzarsi, comprendendo gli errori che sono stati fatti.

    • Grazie, Giuseppe. Quanto alla comprensione degli errori, purtroppo, non siamo sempre capace di individuarli ed non ripeterli.

  • Le pandemie sono davvero una cosa brutta e in questo periodo dobbiamo stare molto attenti.

  • Le pandemie e le epidemie nel corso degli tempo ci sono sempre state. Bisogna stare attentissimi perché se si viene contagiati dal virus si potrebbe creare una grave danno alla salute.

  • Il periodo che abbiamo vissuto e stiamo tuttora vivendo è davvero molto difficile. Sicuramente l’emergenza sanitaria è stata drammatica, molto triste: tantissime persone hanno perso la vita. L’isolamento ha però avuto conseguenze terribili anche sul lavoro e quindi sull’economia. Spero solo che, come afferma Einstein, veramente questa crisi sia capace di portare un nuovo e più sano progresso.

  • Io non mi sarei mai aspettato una tragedia come quella che stiamo passando. Però è proprio da queste tragedie che il mondo impara a rialzarsi.

Comments are closed for this post.