La buona condotta del 19 febbraio 2019

Non mi meraviglia il fatto che in una scuola possano approdare dei topi. I topi sono animali prolifici, una femmina è in grado di riprodursi tutto l’anno dando alla luce da 3 a 14 piccoli ogni parto. Insomma, sono molti di più dei nostri figli, ormai unici esemplari di famiglie che diventano sempre meno numerose. Non mi meraviglia il dibattito su chi fosse preposto a decretare la chiusura della scuola, né mi stupisco delle polemiche che dividono puntualmente maggioranza e opposizione.

Mi sorprende, invece, che giovanissimi studenti possano restare a casa per circa una settimana senza nessuna considerazione sulle ricadute (arrivo a dire anche eventuali) nel loro percorso di formazione. Mi sembra, e mi auguro di sbagliarmi, che in seguito alla chiusura di una scuola si possa scatenare qualunque genere di calamità, ma il timore minore resta quello dell’ignoranza dei nostri figli.

Chissà se un giorno i topi che non avevano nipoti troveranno una scuola che non avrà paura dei palindromi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *