31 Marzo 2019

L’astuccio dell’astronauta

By Achab

Questa è la Storia di Alessandra.

Alessandra vive con i nonni, guarda alla finestra, aspetta la luna. 

Una narrazione semplice, omaggio all’incostante luna, che trasforma ogni mese la sua sfera. 

Lassù, immobile, sospesa fra terra e cielo, fra presenza ed assenza, la luna ed il sole giocano la loro partita da separati. Alessandra guarda il cielo stellato, prova a consolarsi, costruisce nessi improbabili.

Nonostante l’incauto viaggio, di cui quest’anno festeggiamo il cinquantesimo anniversario (1969-2019), non si può fare a meno di quello sguardo, non è possibile sottrarsi all’idea che, nel silenzio assordante della sua bianchezza, lassù vi sia spazio per un sogno.

Una piccola storia per curare le mancanze ed imparare ad amare la nostalgia.

Alessandra vive con i nonni, guarda alla finestra, aspetta la luna. 

Una narrazione semplice, omaggio all’incostante Luna, che trasforma ogni mese la sua sfera. Servirà alla piccola Alessandra guardare il cielo stellato per consolarsi dalla separazione dei genitori? 

Lei, la luna, resta lassù immobile, sospesa fra terra e cielo, fra presenza ed assenza. 

Nonostante l’incauto viaggio di cui quest’anno festeggiamo il cinquantesimo anniversario (1969-2019), non si può fare a meno di quello sguardo, non è possibile sottrarsi all’idea che, nel silenzio assordante della sua bianchezza, lassù vi sia spazio per un sogno.

Una piccola storia per curare le mancanze ed imparare ad amare la nostalgia.

______________

Tre ringraziamenti che valgono per tutti.

Il primo ad una meravigliosa illustratrice: Anna Oppio. Brava, geniale e gentile.

Il secondo a Livio Sossi, che per primo ha letto, amato e corretto questa piccola storia.

Il terzo a Maura Pontoni, che ha voluto piantare questa storia nell’orto della cultura.

Edizioni L’Orto della Cultura (Pasian di Prato, Udine).
#ortodellacultura #lettoriinerba #1969-2019 #luna

Scheda libro.